Il lavoro di un procuratori è scandito da periodicità abbastanza precise che attraversano l’anno differenziandosi per mansioni e attività ben distinte.

Per semplicità attraverseremo l’anno solare mese per mese indicando le attività che un procuratore riferito al calciomercato italiano compie:

Gennaio: periodo di apertura del mercato di riparazione in cui spesso si lavora poco e male, è un mercato meno pianificabile di quello estivo in cui gli stessi club per differenti motivi non possono quantificare budget precisi. Le società che lavorano e investono durante questo mercato si assumono un rischio molto alto nella speranza che il giocatore comprato aiuti a raggiungere i risultati sperati ma se questo non avviene aumentano le perdite (esempio emblematico di Gagliardini all’Inter comprato in un momento in cui si sperava in un piazzamento Champions);

Febbraio: mese in cui si raccolgono la maggior parte delle partite anche delle competizioni internazionali, ideale per fare dello scouting in giro per l’Europa e per allargare il network di colleghi e giocatori utili per le prossime finestre di mercato;

Marzo: periodo in cui spesso si definiscono le sorti delle squadre nei vari campionati e competizioni, i club iniziano ad individuare le priorità da colmare sul mercato e le debolezze della rosa da smaltire come cessioni;

Aprile: periodo caldissimo! I club con maggiori possibilità iniziano a definire trattative anche molto importanti, i giocatori che vanno a scadenza firmano con il nuovo club o rinnovano con quello di appartenenza. A livello di settore giovanile è un periodo in cui molti giocatori vengono testati in prova;

Maggio: si concludono le stagioni sportive e anche per i direttori il mercato assume la massima priorità su tutto. Deve essere predisposta la lista completa dei giocatori trattabili dal procuratori con dettagli legati a cifre di trasferimento, salario e commissioni.

Giugno,Luglio, Agosto: per semplicità e coerenza questi tre mesi si uniscono in un unico grande periodo trimestrale in cui si opera il vero mercato estivo portando a conclusione e finalizzando al massimo il lavoro dei precedenti mesi;

Settembre: VACANZA!;

Ottobre: mese di transizione in cui ci si dedica agli assistiti con più attenzione seguendoli in avvio di stagione e dandogli indicazioni e consigli;

Novembre: mese in cui si inizia a pensare al mercato di gennaio capendo quali giocatori e squadre potrebbero essere interessate. Si compila una lista con dettagli relative cifre e ingaggi di potenziali trasferimenti;

Dicembre:  mese in cui si propongono i giocatori in vista di gennaio cercando operazioni low cost preferibilmente in prestito.