C’è osservatore e Osservatore!

Il lavoro dell’osservatore deve necessariamente coniugarsi con quello del procuratore, l’osservatore, che oggi grazie al corso istituito a Coverciano nel 2015 un professionalità riconosciuta, nel calcio moderno deve necessariamente diventare la figura chiave sia per i club sia per il procuratore.

Vi sono modi assolutamente diversi di poter essere osservatori a seconda che si lavori per un club o in maniera autonoma come libero professionista.

L’osservatore che lavora per un agenzia di procuratori di calciatori avrà come finalità la ricerca di quello che il Prof. Marco Zunino (responsabile del corso da Osservatori di Coverciano) il Calciatore Obiettivo.

In un club, diversamente, la figura dell’osservatore può trovare molte collocazioni differenti a seconda delle diverse aree di lavoro dove potrà operare.

Se farà parte dello staff dell’allenatore allora dovrà seguire le ultime 4/5 gare del prossimo avversario per capirne la tattica i punti di forza e debolezza, viceversa, se farà parte della direzione sportiva le metodologie di lavoro saranno diverse in quanto finalizzate la ricerca del/i  giocatore/i  obiettivo.

Il primo osservatore opererà con delle scadenze di breve periodo, mentre il secondo avrà un incedere più blando, con scadenze di medio lungo periodo scandite dalle sessioni di mercato invernale ed estivo.

Il lavoro di chi opera nell’area scouting (comune sia all’osservatore libero professionista che all’osservatore che lavora nella direzione sportiva) necessità di un’organizzazione molto strutturata delle procedure e soprattutto di un’archiviazione necessariamente informatica dei dati raccolti.

Nei prossimi articoli entreremo nel merito del lavoro dell’osservatore.

Marzo 31, 2017

0 responses on "C’è osservatore e Osservatore!"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Procuratorecalcio.com All right reserved