la scelta di una Punta…

Chi mi conosce sa che sono abbastanza fissato con Manolo Gabbiadini che da sempre considero un giocatore straordinario. Fossi stato il Napoli mai avrei pensato ad una sua cessione in favore del più discutibile Pavoletti. I motivi sono diversi.

Oltre che considerare Gabbiadini un giocatore di grande tecnica e grandissima coordinazione credo che la sua grande facilità di andare in rete sia piu determinante di quella ravvisabile in altri suoi colleghi di reparto.

Gabbiadini segna sempre gol pesanti,  gol che si traducono in più punti.

Nella scelta della punta, sopratutto se sei una grande squadra non bisogna fermarsi solo alla media gol.

Bisogna abbinare la frequenza nell’andare in rete (gol su tempo) con un terzo dato, ovvero quello che ci dice quanti tra questi gol hanno determinato l’acquisizione di punti da parte della squadra nel momento in cui venivano segnati in partita.

Questa considerazione è un metodo abbastanza scientifico con cui a mio avviso si abbatte molto il rischio di prendere una punta che avrà una difficile integrazione nella squadra.

La punta, se scelta bene è il giocatore più importante degli 11.

 

Ottobre 29, 2017

0 responses on "la scelta di una Punta..."

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Procuratorecalcio.com All right reserved