Il viaggio… sempre e subito!

Sicuramente se scegli di fare il procuratore e hai l’ambizione di farlo seriamente devi essere pronto a partire spesso perché se resti a casa concluderai poco. Il viaggio è inevitabile per ragioni ovvie, infatti se è vero, come spesso ripetiamo, che la vera valutazione del giocatore puoi averla dal vivo a meno che non hai una persona di fiducia da mandare a seguire la partita per tuo conto devi darti una mossa.

La parte meno ovvia del viaggio è l’impressione che un giocatore (o il suo entourage) consapevole della tua presenza avrà nel vederti davvero interessato in maniera seria tanto da prendere un aereo e presentarti a migliaia di chilometri da casa.

Ormai per me è diventato uno schema da seguire. Dopo aver avuto i primi contatti con un procuratore straniero per un suo giocatore, aver chiarito la mia volontà di avere un mandato per trattarlo in Italia o in uno specifico Club, non lascio passare molto tempo per partire ed andare a trovare il giocatore, il suo agente e/o i suoi genitori.  E’ inevitabile che queste persone vedendo la concretezza con la quale ti poni rispetto la possibilità di un futuro trasferimento tendano ad abbandonare quel senso di diffidenza che inizialmente è naturale che abbiano.

Immaginiamo sempre che un giocatore forte viene corteggiato da tantissimi intermediari e procuratori che chiedono mandati e accordi di vario genere ma non sono poi tanti quelli che fanno le cose seriamente.

Le persone sono sensibili un un certo tipo di professionalità e sopratutto in un mondo così variopinto come il calcio la professionalità non è un valore da poco. Buon Viaggio!

Ottobre 29, 2017

0 responses on "Il viaggio... sempre e subito!"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright Procuratorecalcio.com All right reserved